CARTA DEGLI OBIETTIVI

Redazione – luglio 2014

  • Obiettivi strategici

– Organizzare lo scambio, la condivisione e la solidarietà attraverso una rete di architetti del Vallo di Diano.
– Essere soggetto pubblico organizzato capace di esprimersi su questioni che attengono la pianificazione territoriale sia a scala comunale che sovra-comunale.
– Riconquistare alla professione di architetto ambiti disciplinari come l’urbanistica.
– Essere osservatorio critico rispetto all’operato degli Enti comunali e sovra-comunali, soprattutto nei confronti delle politiche sui beni culturali, i centri storici e la tutela del paesaggio.
– Promuovere la divulgazione della cultura architettonica attraverso l’organizzazione di mostre, workshop, pubblicazioni, premi, concorsi.
– Avere un ruolo attivo nella definizione dei percorsi di formazione permanente obbligatoria.

  • Obiettivi operativi

– Promuovere le collaborazioni professionali e le associazioni temporanee in vista di bandi e concorsi di progettazione.
– Organizzare un network di imprese ed artigiani con cui il GAV collabora nella pratica.
– Promuovere forme di co-working, al fine di centralizzare le risorse strumentali e creare luoghi di sperimentazione e produzione.
– Formare “gruppi di lavoro” a tema.
– Tendere ad affermare un proprio brand.

  • Programmi di lavoro immediati

– Trattare il duplice problema dei centri storici e delle aree rurali, in chiave sia analitica che propositiva;
– Elaborare proposte progettuali a scala comprensoriale, rispetto alla questione della natura fluviale del Vallo di Diano intersecata al problema della mobilità;
– Lavorare alla qualificazione della qualità architettonica dell’intervento privato attraverso l’interazione con quei soggetti più attivi sul piano edilizio.
– Organizzare un archivio dei progetti di design centralizzando i progetti già esistenti a livello individuale.
– Integrare l’idea delle smart city attraverso l’implementazione di “progetti di tecnologie”.
– Promuovere momenti “sociali” o di scambio con installazioni dimostrative, eventi, viaggi di studio.

Condividi su: